lavandeto

Lavanda IBRIDA

Le Lavande Ibride si ottengono dagli incroci tra le Lavande Angustifolie, Latifolie, Lanate e Dentate.
La lavanda Ibrida più diffusa è conosciuta anche con il nome di “Lavanda x Intermedia” o “Lavandino”. Essa deriva dall’incrocio tra la Lavanda Angustifolia e la Lavanda Latifolia.
La Lavanda Ibrida “Lavanda x Chaytorae” deriva invece dall’incrocio tra la Lavanda Angustifolia e la Lavanda Lanata, ma è meno diffusa.
La Lavanda “Allardi” è invece nata dall’incrocio tra la Lavanda Latifolia e la Dentata.

Altro Ibrido è “Lavanda x Losae” che deriva dall’incrocio tra la Latifoglia e la Lanata.

Lavanda x INTERMEDIA

Viene coltivata sia in pianura che in collina ed è la tipica Lavanda delle coltivazioni estensive del sud della Francia.

E’ una pianta cespugliosa dall’aspetto slanciato, con foglie argentee o verdi. Le spighe sono allungate, in alcune varietà le infiorescenze sono piccole e rade, come la “Silver Dwarf”, in altre sono più grosse e fitte come nella “Hidcote Giant”. In genere, i fiori sono molto profumati con un deciso tono canforato, anche se ci sono varietà non odorose, adatte soprattutto alla composizione di bouquets, come ad esempio la “Impress Purple”.

lavandeto

E’ una pianta molto ricca di oli essenziali, in maggior quantità rispetto all’Angustifolia, ma di qualità inferiore.

Le varie selezioni realizzate negli anni hanno creato una vasta gamma di cultivar adatti ai diversi utilizzi: per l’estrazione di oli essenziali, per la cosmetica, per la granella, per le composizioni floreali e naturalmente per creare grandi bordure o favolosi angoli dei grandi giardini.

La lavanda Ibrida si caratterizza proprio per le grandi dimensioni, va dai 70 cm del “Grosso” ai 120 cm dell’ “Old English Group” e dell' “Alba”.

Per i colori invece, anche se troviamo il bianco candido della “Alba” o il violetto scuro del ”Julien”, la maggior parte delle Lavande Ibride regalano i colori tipici della Lavanda, cioè i vari toni di lilla più o meno intenso.

La riproduzione può avvenire solo per talea.

Come tutte le Lavande, ad eccezione della Lavanda Stoechas, desidera essere coltivata in pieno sole, in terreno povero, ben drenato, preferibilmente calcareo. Da evitare i ristagni idrici.
Sopporta molto bene il freddo dell’inverno e periodi anche lunghi sotto la neve.

 

 

Az Agr. "IL LAVANDETO DI ARQUA' PETRARCA" di Bressanin Roberto - P.I. 04633250289

Via Palazzina 16, 35032 Arquà Petrarca (PD) - D.F. Via Fioravanti 24, 35043 Monselice (PD)